“Lascio la Carrarese. Due anni fa, in estate, eravamo in serie D e in un mese sono riuscito a mettere in società Lucarelli, Buffon, Thomasos e Mian. Sacrifici tanti ma siamo andati avanti. Lo scorso anno, prima della partita col Prato, sono state acquistate le quote ma ad oggi dopo tante promesse, non è cambiato niente. Io volevo che la Carrarese avesse una società forte”. Queste le parole di congedo di Nelso Ricci da direttore generale della Carrarese, in una sala stampa raggelata da un approdo che era nell’aria ma non in questi tempi e modi: “Ho parlato con Buffon, sono violentato ad andare via. E’ una sfida vinta a metà in questi mesi abbiamo fatto sacrifici enormi che vanno al di là di ogni cosa e quindi il grazie va a tutti, collaboratori, allenatori e giocatori. Lascio per una scelta professionale, voglio bene a tutti e mi dispiace andare”.