La Guardia di Finanza di Trento ha sequestrato oltre 2 milioni e 200 mila prodotti non a norma provenienti dal sudest asiatico, tra cui un milione di giocattoli pericolosi, destinati ad essere venduti in tutta Italia. Sequestrati tre magazzini e tre container contenenti la merce. L’operazione e’ stata svolta nell’ambito dei controlli attuati nello scorso fine settimana dalle Fiamme Gialle di Trento.

L’indagine disposta dal Comando Provinciale delle Fiamme Gialle su alcuni prodotti esposti in esercizi commerciali del Trentino ha permesso di accertare l’importazione e l’immissione in commercio sul territorio nazionale di un imponente quantità di giocattoli che sono risultati non conformi alle norme di sicurezza e potenzialmente nocivi per la salute dei bambini, importati non solo dal sudest asiatico ma anche da altri Paesi sia comunitari che extra Unione Europea. Il valore della merce sul mercato è di diversi milioni di euro.