Né la diretta su Rai Tre, né la possibilità di acquistare un tagliando per il settore ospiti anche per i tifosi non in possesso della tessera del tifoso, purché accompagnati da un amico tesserato, sembrano essere sufficienti ad arginare i problemi di ordine pubblico per Spezia – Carrarese. La tifoseria organizzata azzurra, a differenza di quella ligure non è tesserata ed è contro lo strumento introdotto dal ministro Maroni. La tessera del tifoso non piace ma non argina la voglia di seguire la squadra nel derby per eccellenza: contro lo Spezia. Per questo le forze dell’ordine stanno predisponendo controlli straordinari su tutte le direttrici per Spezia e alla stazione di Avenza. L’ordine è di non far partire i tifosi azzurri privi di regolare biglietto perché poi diventerebbe impossibile gestirli a La Spezia. Lo stadio Picco di La Spezia è distante dalla stazione ferroviaria della città ligure ed è distante anche dall’accesso autostradale. Due fattori esplosivi per un’ipotetica gestione controllata di tifosi ospiti all’esterno dello stadio. Intanto i tifosi regolarmente in possesso del biglietto si sono dati l’appuntamento alle 12,20 alla stazione di Avenza per la trasferta in treno.