I lavoratori del cantiere navale Nca di Marina di Carrara hanno indetto uno sciopero di quattro ore per chiedere maggior sicurezza, dopo l’infortunio capitato ieri ad un saldatore romeno, Haralai Mungiu di 42 anni, ricoverato in stato di coma all’ospedale Santa Chiara di Pisa per le ferite riportate cadendo da una scala all’interno della nave delle Ferrovie in costruzione.

Lo sciopero è iniziato alle 8 ed è finito alle 12. Gli operai del cantiere hanno dato vita ad una manifestazione spontanea in solidarietà ai colleghi del saldatore romeno, dipendente di una ditta appaltatrice. I lavoratori hanno incrociato le braccia per protesta contro quella che ritengono una scarsa attenzione da parte della dirigenza per quanto riguarda la sicurezza all’interno dei capannoni e la gestione dei lavoratori esterni. E’ stata inscenata una manifestazione davanti al cantiere e gli operai hanno rallentato la circolazione sulla strada litoranea passeggiando avanti e indietro sulle strisce pedonali.