Ci auguriamo, per i carraresi  che questa amministrazione resti al governo della città, ancora per poco: lo dice oggi in un duro attacco alla volta di piazza 2 Giugno Gianni Ilari, consigliere del Pdl, che prendendo spunto dall’allarme lanciato dalla Corte dei Conti sullo stato delle casse del municipio carrarese, punta il dito contro la gestione di Zubbani e compagni. “Abbiamo un indebitamento di quasi 200 milioni di euro e non si vede possibilità di farlo rientrare – scrive Ilari, spiegando però che  “l’introito del marmo supera di quasi 10 milioni di euro la rata annuale  del mutuo acceso per la strada dei marmi”. Fatti due conti il consigliere azzurro si chiede dove finiscano i soldi in più e in che modo vengano utilizzati, denunciando che nel frattempo questa amministrazione ha “buttato  nel cestino  sei progetti per la costruzione di un porto turistico” facendo così perdere una grande opportunità al territorio anche ma non solo in termini di posti di lavoro. “Di  fronte a tutto questo – denuncia polemico Ilari –  l’amministrazione comunale convoca una conferenza stampa con Sindaco, vice Sindaco, comandante della Polizia Municipale, per parlare del piano della sosta”. Secondo il consigliere del Pdl,  questo intervento è stato solo “uno specchio per le allodole” per cercare il consenso dei cittadini e distrarli dai veri problemi di Carrara: e tirando la volata a Lanmarco Laquidara, candidato sindaco del suo Partito, Ilari conclude augurando una vita breve all’amministrazione Zubbani.