ore:  12:57 | Vento, codice giallo in Toscana fino a domani 26 febbraio

ore:  13:23 | Codice giallo per ghiaccio e neve fino a martedì 11 gennaio

ore:  16:34 | Allerta meteo, lunedì 10 gennaio codice giallo per neve e vento

ore:  13:45 | AGGIORNAMENTO – allerta Gialla per Rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti, attualmente in corso fino alle ore 22:00 di Mercoledì 05 Gennaio 2022.

ore:  12:48 | Allerta Gialla per Rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti, a partire dalle ore 10:00 fino alle ore 18:00 di Mercoledì 05 Gennaio 2022.

venerdì, 30 dicembre, 2011

http://www.antenna3.tv/2011/12/30/intervento-dell-associazione-%e2%80%9ccomitato-rinascita-aulla-e-lunigiana%e2%80%9d/

Mediavideo Antenna3

Intervento dell’ ASSOCIAZIONE “COMITATO RINASCITA AULLA E LUNIGIANA”

di  Redazione

Il 25 ottobre 2011 tutti noi abbiamo perso qualcosa.

Ed è per non perdere almeno la speranza di vedere rinascere Aulla e di capire perché quel disastro è avvenuto che domenica 13 novembre, dopo due incontri tra gli abitanti e i commercianti, si è costituita l’associazione “Comitato Rinascita Aulla e Lunigiana”, costituita esclusivamente da volontari.

Ad oggi, abbiamo superato le 600 adesioni con il fine non solo di comprendere le cause del dramma collettivo vissuto, ma anche di presentare ed offrire soluzioni di messa in sicurezza per il futuro affinché non abbia a ripetersi quanto accaduto.

Per questo da una parte a trenta giorni dall’alluvione, il 25 novembre, abbiamo organizzato una partecipata e sentita fiaccolata, animati dalla volontà di realizzare un momento di significativa aggregazione per la nostra collettività; dall’altra l’associazione “Comitato Rinascita Aulla e Lunigiana” è stato il primo soggetto che ha tentato di capire che cosa sia effettivamente successo e quali siano le responsabilità di quanto accaduto con la realizzazione di un’affollata assemblea pubblica il 19 dicembre.

In quella occasione il nostro gruppo di lavoro tecnico, formato da professionisti del nostro territorio, ha fornito la propria versione dei fatti di quel maledetto 25 ottobre ed ha avanzato proposte su che cosa occorre fare affinché quanto accaduto non si verifichi nuovamente.

Già solo questi due appuntamenti, e ve ne sono altri in cantiere, ci sembrano estremamente significativi, avendo incrementato il valore della solidarietà presente e forte fra la nostra gente, avendo mantenuto desta l’attenzione sul nostro territorio ed avendo costituito un’aggregazione che è uno spaccato significativo di tutta la nostra collettività.

Oltre a quanto sopra, l’associazione ha organizzato e partecipato ad iniziative di beneficenza a favore degli alluvionati e del commercio, con proposte concrete e mirate per privati ed imprese.

L’associazione, però, non ha certamente il compito di sostituirsi alle istituzioni, con le quali ha cercato, da subito, di porsi in maniera interlocutoria ed assolutamente positiva; si è dichiarata ed è stata concretamente disponibile, offrendo il proprio contributo, un contributo altamente qualificato per i soggetti che, volontariamente e gratuitamente, si sono messi in gioco e a disposizione.

Altra missione che l’associazione “Comitato Rinascita Aulla Lunigiana” si è posta è di vigilare sulla ricostruzione di Aulla e sui fondi destinati alla nostra collettività affinché questi siano impiegati nei modi più equi e più giusti, per quanto di nostra competenza e per quanto all’associazione possibile.

In questo senso, abbiamo apprezzato l’unica disponibilità a noi espressa dal dottor Fernando Bertoli e dalla Commissione comunale per le donazioni, con la quale vi è stato un incontro sereno, corretto e collaborativo.

Insomma, da questo tragico fatto, che tale resta, sono, però, nati alcuni semi buoni: una ritrovata coesione della nostra collettività, una rinnovata solidarietà, una voglia di fare ed una bella collaborazione tra le diverse realtà in campo; particolarmente positiva si è rivelata la collaborazione con l’associazione “Aulla per il futuro dei bambini”, presieduta dall’amico dottor Emanuele Lupi, che, tra gli altri, ha avuto il merito di intercettare la possibilità di un grosso finanziamento fino a 60 milioni di euro.

Ad Emanuele avevo parlato dell’importanza di costituire una Fondazione Partecipata con gli enti pubblici, anche per beneficiare di una serie di importanti flussi finanziari: da qui la sua attivazione per realizzare assieme a tutti i Comuni lunigianesi colpiti dalla catastrofe del 25 ottobre 2011 quella Fondazione Partecipata che potrebbe attrarre fino a 60 milioni di euro dal Fondo Monetario Internazionale.

Una proposta, quindi, che lanceremo agli enti pubblici assieme al presidente dell’associazione “Aulla per il futuro dei bambini”, Emanuele Lupi.

Davvero un bel modo per augurare buon 2012 a chi ha sofferto e ancora soffre a causa del disastro alluvionale del 25 ottobre scorso.

Tornando, infine, ad alcune delle numerose altre cose fatte dal gruppo di lavoro giuridico – finanziario, vi sono l’inoltro alla Regione Toscana della richiesta di esenzione dal pagamento dei ticket sanitari e la richiesta di sospensione del pagamento dei contributi e dei tributi per le imprese danneggiate ed altri ulteriori aiuti e provvidenze.

Abbiamo, inoltre, in corso di realizzazione alcune manifestazioni, tra le quali, cosa certa di ieri, la partecipazione della squadra di calcio del Parma F.C., che giocherà a marzo per raccogliere fondi a beneficio della popolazione.

Il nostro impegnò sarà ancor più forte nel 2012, con il sostegno di quanti ci vorranno essere vicini, volendo essere vicini, è il caso di dirlo, prima di tutto a sé stessi, perché ci troviamo in una realtà in cui il noi ed il voi non hanno senso, siamo solo noi.

ore: 20:06 | 

comments powered by Disqus