ore:  12:57 | Vento, codice giallo in Toscana fino a domani 26 febbraio

ore:  13:23 | Codice giallo per ghiaccio e neve fino a martedì 11 gennaio

ore:  16:34 | Allerta meteo, lunedì 10 gennaio codice giallo per neve e vento

ore:  13:45 | AGGIORNAMENTO – allerta Gialla per Rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti, attualmente in corso fino alle ore 22:00 di Mercoledì 05 Gennaio 2022.

ore:  12:48 | Allerta Gialla per Rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti, a partire dalle ore 10:00 fino alle ore 18:00 di Mercoledì 05 Gennaio 2022.

venerdì, 30 dicembre, 2011

http://www.antenna3.tv/2011/12/30/i-funerali-di-panariello-folla-a-montignoso/

Mediavideo Antenna3

I funerali di Panariello, folla a Montignoso

di  Redazione

Centinaia di persone hanno partecipato, nella piccola chiesa di San Giuseppe Artigiano a Cinquale di Montignoso, ai funerali di Francesco “Franco” Panariello, il fratello di Giorgio, trovato morto la notte di Santo Stefano sul lungo mare di Viareggio. Il feretro è arrivato accompagnato dal fratello.

In prima fila, accanto allo showman, gli amici Leonardo Pieraccioni, Renato Zero, Graziano Salvadori, Dalia Gaber e numerosi collaboratori artistici e compagni di Giorgio. Il servizio d’ordine ha tenuto fuori dalla chiesa numerosi curiosi accorsi per affetto nei confronti di Giorgio Panariello. Fuori dalla chiesa, ad aspettare l’uscita del feretro, c’è il gruppo dei bambini della “Pefana”, gruppo folkloristico di cui hanno fatto parte nell’adolescenza anche i fratelli Panariello.

La messa funebre è stata celebrata da don Maurizio Iandolo, parroco di Montignoso, e da don Raffaello Piagentini, parente della famiglia Piagentini che nella strage della stazione di Viareggio del 29 giugno del 2009 perse la madre e due figli. Don Piagentini ha ricordato di aver conosciuto “Franchino”, come lo ha chiamato il sacerdote, 36 anni fa a Viareggio quando nei giorni di Natale lo trovò su una panchina e lo accolse nella sua parrocchia.

«In lui vidi un Gesù bambino nella mangiatoia. Come Gesù non trovò posto in un alloggio, lui non aveva un posto dove vivere». Don Iandolo, durante l’omelia ha invitato a «non giudicare la vita di Francesco». Al termine della cerimonia, Giorgio e gli amici hanno lasciato la chiesa da una porta secondaria. All’uscita, il feretro di Francesco Panariello è stato salutato da applausi.

Blindata poi la tumulazione, avvenuta nel cimitero comunale di Montignoso poiché Giorgio ha voluto una cerimonia strettamente privata. Giornalisti e fotografi sono stati tenuti fuori dal cimitero dal servizio d’ordine che ha piazzato anche un fuoristrada davanti all’ingresso per impedire ai fotografi di vedere il momento della tumulazione a cui assieme a Giorgio ha assistito Renato Zero. Conclusa la tumulazione Giorgio Panariello si è raccolto in preghiera sulla tomba del nonno.

ore: 20:12 | 

comments powered by Disqus