ore:  12:57 | Vento, codice giallo in Toscana fino a domani 26 febbraio

ore:  13:23 | Codice giallo per ghiaccio e neve fino a martedì 11 gennaio

ore:  16:34 | Allerta meteo, lunedì 10 gennaio codice giallo per neve e vento

ore:  13:45 | AGGIORNAMENTO – allerta Gialla per Rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti, attualmente in corso fino alle ore 22:00 di Mercoledì 05 Gennaio 2022.

ore:  12:48 | Allerta Gialla per Rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti, a partire dalle ore 10:00 fino alle ore 18:00 di Mercoledì 05 Gennaio 2022.

martedì, 13 dicembre, 2011

http://www.antenna3.tv/2011/12/13/arrestato-a-frosinone-francesco-delvino-ex-comandante-della-polizia-municipale-di-massa-con-laccusa-di-corruzione-e-falso-ideologico-altre-8-ordinanze-di-custodia-cautelare/

Mediavideo Antenna3

Arrestato a Frosinone Francesco Delvino ex comandante della Polizia Municipale di Massa con l’accusa di corruzione e falso ideologico. Altre 8 ordinanze di custodia cautelare

di  Redazione

Appalti pubblici per i sistemi di disciplina del traffico urbano affidati ad amici in cambio di denaro e regali. A finire in manette questa mattina in seguito ad una complessa indagine svolta dai carabinieri della compagnia di Frosinone sono state sedici persone tra le quali i Comandanti di Polizia Municipale dei comuni di Frosinone (Francesco Delvino, ex comandante dei vigili di Caserta) ed Isola del Liri (FR), un consigliere di maggioranza del comune di Frosinone, titolari ed agenti di imprese e cooperative sociali. Complessivamente sono 8 le ordinanze di custodia cautelare, 3 in carcere e 5 ai domiciliari. A vario titolo sono accusati di «turbata libertà degli incanti, corruzione e falsità ideologica commessa da P.U. in atti pubblici». Gli arrestati, attraverso la preparazione e gestione delle procedure di gare afferenti la fornitura, installazione e gestione di sistemi per la sicurezza urbana e per la disciplina del traffico urbano (sistemi di videosorveglianza, photored, ZTL e aree pedonali), nonché dei servizi di gestione e riscossione delle contravvenzioni, riuscivano a far assegnare gli appalti pubblici a società di comodo, ricevendo in cambio denaro e «regali». Contestualmente i Finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria del Comando Provinciale di Frosinone, a seguito di accertamenti bancari e patrimoniali delegati dall’autorità giudiziaria nella fase conclusiva delle indagini, stanno apponendo insieme ai carabinieri, sigilli a beni degli indagati per un valore complessivo pari a circa 500mila euro. Sono ancora in atto circa 40 perquisizioni e sequestri presso le abitazioni e gli uffici dei soggetti e delle società coinvolte nei comuni di Frosinone, Bitonto (BA), Limatola (BN), Caserta, Desenzano del Garda (BS), Peschiera del Garda (BS), Verona, Grone (BG), Sarnico (BG), Corte Franca (BS), San Zeno Naviglio (BS), Calcinato (BS), Azzano San Paolo (BG), Roma, Isola del Liri (FR), Veroli (FR), Castel San Giorgio (SA), Manduria (TA), Castiglione delle Stiviere (MN), Provaglio d’Iseo (BS), Terracina

ore: 13:07 | 

comments powered by Disqus