ore:  12:57 | Vento, codice giallo in Toscana fino a domani 26 febbraio

ore:  13:23 | Codice giallo per ghiaccio e neve fino a martedì 11 gennaio

ore:  16:34 | Allerta meteo, lunedì 10 gennaio codice giallo per neve e vento

ore:  13:45 | AGGIORNAMENTO – allerta Gialla per Rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti, attualmente in corso fino alle ore 22:00 di Mercoledì 05 Gennaio 2022.

ore:  12:48 | Allerta Gialla per Rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti, a partire dalle ore 10:00 fino alle ore 18:00 di Mercoledì 05 Gennaio 2022.

venerdì, 9 dicembre, 2011

http://www.antenna3.tv/2011/12/09/lunigiana-natale-solidale-domenica-11-a-licciana-nardi-mercatino-a-km-zero/

Mediavideo Antenna3

Lunigiana: Natale solidale Domenica 11 a Licciana Nardi mercatino a km zero

di  Redazione

La Lunigiana si mobilità per superare le difficoltà dovute all’alluvione, ma soprattutto crea sinergie per rilanciare un progetto di sviluppo. Lo spirito di questo Natale 2011 diventa di solidarietà e di rinnovata socialità. Un’esigenza forte che parte dal basso, dall’Associazione Operatori Lunigianensi, nata come comitato spontaneo, attorno alla quale si mobilitano gli Enti Locali e il Parco Nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano.

Tra le tante iniziative che stanno prendendo corpo vi è quella che si svolgerà domenica 11 a Licciana Nardi. «Noi donne di Licciana – spiega l’architetto Brunella Viani, ideatrice e curatrice del progetto ‘Laboratori del Parco’ – in collaborazione con l’Assessorato al Turismo abbiamo pensato di organizzare un Mercatino di Natale per dare un contributo alle popolazioni della nostra terra, così duramente colpite. Nelle botteghe del borgo medioevale ci sarà l’esposizione di manufatti artigianali in tema natalizio. Nelle due piazze principali del paese si potranno degustare le tradizionali “focaccette” della Pro Loco G. Malaspina, e caldarroste del Gruppo di Filetto, deliziosi dolci, cioccolata calda e vin brulè».

Non mancherà la musica a rallegrare la giornata: durante il concerto “ROCK NATALISTICO” si esibiranno numerosi gruppi, con la partecipazione straordinaria del ‘giullare’ Bugelli, chitarrista e amico di Zucchero Fornaciari.

Menu a Km0: ultimi metri alla vittoria!

Poche ore ancora e si conosceranno i finalisti e i vincitori della rassegna Menu a Km Zero 2011. Anche quest’anno i ristoratori dell’Appennino non hanno voluto mancare all’importante appuntamento che consacra l’Autunno alla buona tavola e ai tanti prodotti che compongono il Paesaggio Alimentare d’Appennino.

Le 64 produzioni agroalimentari d’eccellenza, usati come i colori su una tavolozza, hanno permesso agli chef del crinale di colorare i loro menu, serviti per otto fine settimana da ottobre a novembre.

Come per la precedente edizione, sarà un gruppo di giornalisti della stampa nazionale a consegnare i riconoscimenti ai vincitori: Carlo Pilieci, Vicedirettore del Tg 2, Costantino Malatto di Repubblica, Emanuele Rosi de La Nazione e Adriano Arati del Giornale di Reggio.

Le premiazioni della rassegna saranno anche un’occasione per scoprire l’Appennino e la sua gente, cultura e le tradizioni, ma anche la generosità di tanti che, tra i primi, hanno offerto aiuto e solidarietà alle popolazioni colpite dall’alluvione. I giornalisti, infatti, avranno modo di incontrare i Sindaci del territorio e una delegazione dei volontari che da Ramiseto sono partiti alla volta di Aulla.

Nei due giorni che trascorreranno in Appennino, i rappresentanti della stampa avranno modo di visitare diverse realtà produttive, come Succiso, Gazzolo e Casarola. Mentre a Licciana Nardi incontreranno l’Associazione Operatori Lunigianensi.

«Ancora una volta Menu a Km Zero diventa un biglietto da visita per il nostro territorio – afferma Fausto Giovanelli, presidente del Parco – Sono tantissime le persone che hanno frequentato in quest’Autunno l’Appennino e che hanno lasciato un segno tangibile del loro gradimento, votando la struttura ristorativa. Il progetto ‘Menu a Km Zero’ dimostra di essere una giusta intuizione utile a recuperare e valorizzare il patrimonio agro-alimentare e gastronomico locale, promuovere negli esercizi di ristorazione la valorizzazione dei prodotti agro-alimentari del territorio del Parco, e non ultimo incentivare forme di turismo correlate alle eccellenze paesaggistiche in una stagione turisticamente ancora marginale come l’autunno».

ore: 13:23 | 

comments powered by Disqus