ore:  12:57 | Vento, codice giallo in Toscana fino a domani 26 febbraio

ore:  13:23 | Codice giallo per ghiaccio e neve fino a martedì 11 gennaio

ore:  16:34 | Allerta meteo, lunedì 10 gennaio codice giallo per neve e vento

ore:  13:45 | AGGIORNAMENTO – allerta Gialla per Rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti, attualmente in corso fino alle ore 22:00 di Mercoledì 05 Gennaio 2022.

ore:  12:48 | Allerta Gialla per Rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti, a partire dalle ore 10:00 fino alle ore 18:00 di Mercoledì 05 Gennaio 2022.

mercoledì, 23 novembre, 2011

http://www.antenna3.tv/2011/11/23/vertenza-eaton-verso-il-dimenticatoio-attesa-per-nuove-passerelle-politiche/

Mediavideo Antenna3

Vertenza Eaton: Verso il dimenticatoio ?. Attesa per nuove “passerelle” politiche

di  Redazione web

È mercoledì e come ogni settimana, ormai da tre anni circa, i lavoratori della Eaton si riuniscono sotto la tenda di fronte alla fabbrica. Una sorta di rito, di consuetudine, visto che gli aggiornamenti sulla vertenza non sono molti: eppure loro continuano a vedersi, in sedi diversi, a volte nella sala della Resistenza, a volte in comune a Massa, per fare il punto della situazione, guardarsi negli occhi e riscoprirsi ancora pieni di rivincite, desiderosi di lottare. Ma è tutto fermo, tutto in attesa. Solo le paure cambiano, mutano come è mutato il governo. Adesso si teme che chi abbia “gettato” un occhio sulla vertenza massese tempo fa, ora non abbia più il potere di farlo e che i nuovi ministri siano costretti a ricominciare tutto da capo. La partita con il ministero per l’accordo di programma è in realtà già chiusa, mancano solo i dettagli e le cifre, ma la preoccupazione che il con il nuovo governo qualcosa possa cambiare è palese. Torna poi anche lo spettro diffamatorio dell’assenteismo: lo ha tirato fuori nei giorni scorsi il presidente degli industriali Giuseppe Baccioli, all’assemblea provinciale dei socialisti, parlando di quel pesantissimo 7,8% rispetto al 3,9 del resto d’Italia. A questa affermazione risponde Michele Folloni della segreteria Fim Cisl: << Siamo esasperati da queste accuse che dovrebbero non toccarci, come lavoratori Eaton, ma che sentiamo nostre, anche perché fummo più volte anche noi tacciati di assenteismo ingiustificato. Credo che questa non sia la strategia migliore per attrarre investimenti sul nostro territorio. Quale imprenditore verrebbe mai ad investire sapendo di trovare una forza lavoro assenteista? Se questa è la promozione non andremo lontani>>. Il periodo è duro per molti settori e per molti altri territorio: <<Mi viene in mente_ aggiunge Giovacchino Pitanti Fiom Cgil_ che se Piombino andrà al collasso, come qualcuno paventa, perdendo nel settore siderurgico oltre 5000 posti di lavoro, tra la Lucchini, la Dalmine e l’indotto, la Regione Toscana  avrà ben altro a cui pensare che alla Eaton. Dobbiamo stringere l’accordo di programma il prima possibile>>. Prossimo appuntamento il tavolo tecnico romano previsto per venerdì 25 novembre riguardante la questione bonifiche, non soltanto dell’area Eaton, ma di tutti i terreni nazionali sottoposti a Sin. Infine circolano voci di future nuove “passerelle” politiche alla Eaton, comunque ben accette da chi vede la sua vertenza andare verso il dimenticatoio.

ore: 19:45 | 

comments powered by Disqus