ore:  12:57 | Vento, codice giallo in Toscana fino a domani 26 febbraio

ore:  13:23 | Codice giallo per ghiaccio e neve fino a martedì 11 gennaio

ore:  16:34 | Allerta meteo, lunedì 10 gennaio codice giallo per neve e vento

ore:  13:45 | AGGIORNAMENTO – allerta Gialla per Rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti, attualmente in corso fino alle ore 22:00 di Mercoledì 05 Gennaio 2022.

ore:  12:48 | Allerta Gialla per Rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti, a partire dalle ore 10:00 fino alle ore 18:00 di Mercoledì 05 Gennaio 2022.

venerdì, 21 ottobre, 2011

http://www.antenna3.tv/2011/10/21/e%e2%80%99-allarme-a-carrara-per-il-settore-lavori-pubblici-da-qui-alla-fine-dell%e2%80%99anno-sono-a-disposizione-soltanto-10mila-euro-per-gli-interventi-sugli-immobili-comunali-e-per-le-emergenze/

Mediavideo Antenna3

E’ allarme a Carrara per il settore lavori pubblici. Da qui alla fine dell’anno sono a disposizione soltanto 10mila euro per gli interventi sugli immobili comunali, e per le emergenze mancano le risorse.

di  Redazione web

Sarà il peso dei debiti trentennali per la Strada dei Marmi ma tanto della drammatica condizione dei lavori pubblici è imputabile a scelte politiche della maggioranza in sede di stesura del bilancio. Solo così si può spiegare l’emergenza lavori pubblici a Carrara. Di fondi per l’ordinaria manutenzione degli immobili pubblici sono rimasti soltanto 10 mila euro, neanche sufficienti a coprire le spese di un intervento di media importanza in uno stabile. Di più il convento non passa, con quelli gli uffici tecnici dovranno fare il possibile e l’impossibile. A preoccupare adesso è l’imminente stagione delle piogge. Con un territorio a elevato rischio idrogeologico avere risorse a zero per gli interventi di emergenza preoccupa non poco gli uffici tecnici costretti a valutare di volta in volta l’intervento meno costoso per riparare danni legati al maltempo. Dove si troveranno quest’anno le risorse per affrontare i danni delle piogge non lo sappiamo noi, non lo sa neanche il comune. L’unica strada che gli uffici tecnici potranno perseguire è la firma dei verbali per interventi fuori bilancio. Davanti alla somma urgenza i lavori saranno garantiti ma a rimetterci saranno le ditte che svolgeranno l’intervento, tanto è vero che ci sono ancora aziende che aspettano di essere pagate da più di 10 mesi per interventi di emergenza. Sul fronte dei lavori pubblici già programmati non ci sono novità, ovvero i cantieri non partono. Il problema maggiore è il patto di stabilità che obbliga il comune a tenere i conti in regola ma dietro si nascondono scelte politiche di destinare sempre meno risorse al settore dei lavori pubblici costretto a cavarsela con poche centinaia di migliaia di euro l’anno.

ore: 19:16 | 

comments powered by Disqus