Una colonna di fumo nera e densa si è levata attorno alle 15 di questo pomeriggio nella zona industriale – parco produttivo apuano, area ex Dalmine a Massa. Il rogo ha interessato un terreno all’aperto in cui erano depositati temporaneamente quattro stampi in vetroresina per la costruzione di scialuppe di salvataggio, che a breve sarebbero stati trasferiti in un altro capannone. Gli stampi, lì da due giorni, erano di proprietà della ditta SGS di Sarzana, con sede a Romito Magra. Nel rogo sono andati distrutti due stampi, mentre i restanti due hanno subito danni parziali, che hanno riguardato solo la parte superiore, in gergo tecnico “hard top”. L’incendio – di grandi dimensioni – si è sviluppato attorno alle 15, e ha richiamato l’attenzione dei molti passanti che hanno segnalato quanto stava accadendo anche alla nostra redazione. I vigili del fuoco, accorsi subito sul posto, sono stati impegnati per oltre tre ore nelle operazioni di spegnimento delle fiamme che, per fortuna, non hanno causato feriti. Da Carrara, sono giunte anche due autobotti.  Al momento sono ancora sconosciute le cause del rogo, con ogni probabilità di origine dolosa. Stanno indagando Carabinieri e Vigili del fuoco.